•  

Le mie impressioni


    Sei in:  » Simulatori » Impressioni

 
Pagina aggiornata al 24/07/2013   
Pagina visitata 1508 volte   

Le mie impressioni sul mondo dei simulatori...

Che dire ? Ormai di simulatori ce ne sono veramente molti realizzati sia dalle grandi software house sia dai singoli appassionati; tutti belli, funzionali e pregevoli ma, se volete la mia impressione, la scelta su quale simulatore utilizzare per un viaggio virtuale cade fra pochi.

La scelta è fra:

Railworks - Train simulator 2013
Microsoft Train simulator
Trainz Simulator 2012
Simulatore treno 5.0

Ma vediamoli in dettaglio:

  Il Simulatore treno 5.0 di Paolo Sbaccheri è fedelissimo alla realtà con tutti gli annessi e connessi. La guida del convoglio richiede conoscenze molto tecniche quasi da macchinista. La grafica all'esterno della cabina non è il massimo del realismo ma questo non era l'obiettivo di chi lo ha realizzato.

  Trainz simulator 2012 è molto realistico ma adatto per viaggi sul continente americano, australiano ed europeo in genere: non propriamente sulla rete FS italiana. Esiste comunque una comunità italiana (TrainZ Italia) che sviluppa scenari e rotabili italiani e si sta dando un gran da fare !!!

Ed eccoci qua: restano i 2 Train Simulator: vecchio e nuovo. Che dire ...

Indubbiamente il nuovo non ha paragoni per realismo grafica e chi più ne ha più ne metta; si può viaggiare con moltissimi mezzi di cui parecchi italiani. Anche gli scenari sono tantissimi e cominciano ad arrivarne un buon numero di italiani. Una pecca pero, a mio avviso, ce l'ha: è un divoratore di risorse (del PC).

Per una buona simulazione serve un pc superpotente di ultima generazione. Con un portatile di fascia medio/bassa (da 300/400 EUR al 2013) si può fare comunque un viaggio virtuale ma la qualità è scarsa e non ci si diverte un granchè.
E allora ... se non abbiamo un pc potente che facciamo? Non possiamo divertirci?

Assolutamente NO !!!

Il vecchio Train Simulator di Microsoft è quello che ci serve; sicuramente è un po datato ma appunto per questo è anche ben rodato. E qui possiamo sbizzarirci con i mezzi e gli scenari italiani che i nostri amici "sviluppatori" delle comunità italiane hanno creato in oltre 10 anni: parlo di comunità quali TrenoMania .IT, AmiciTreni .NET, TrainSim Hobby e altre.

Ormai si può viaggiare virtualmente su tutta la rete FS con tutti (o quasi) i mezzi del parco FS dall'epoca III ai giorni nostri compresi il Frecciarossa ed Italo. Che dire della dorsale FS italiana realizzata da Giuseppe Iannuzzi che partendo da Milano arriva a Reggio Calabria passando per Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Salerno e Lamezia; o della Ferrovia Centrale Umbra realizzata da Massimo Moroni; o della Firenze/Pisa/Livorno/Empoli/Siena e della Porrettana di Renzo Grassi; dello scenario Campania 2010 realizzato Marco Camerino; o dello scenario Lombardia 2.0 di Marcello Colombo solo per citarne alcuni (non me ne vogliano gli altri !!!)

E dei mezzi FS ? Sono stati creati tutti ... o quasi ... i mezzi elettrici, diesel, a vapore, carri e carrozze in tutte le livree e in tutte le versioni ... con le relative cabine in versione diurna e notturna tante delle quali create dal nostro amico Mauro Ciociola (in arte Màyo): io sono innamorato della cabina del Settebello / Arlecchino (ETR300/250).

Ma come facciamo a supplire ai tanti problemi del vecchio Microsoft Train Simultor ? E' vero che di problemi ce ne sono parecchi ma grazie alla tenacia di tanti appassionati / sviluppatori si sono risolti anche questi. Il Pack MSTS AMICITRENI.net v6.x risolve tanti problemi inserendo patch ufficiali (e non) trasformando MSTS in un programma in lingua italiana (???). C'è poi il pack MSTS-Bin (nome tecnico MSTS PATCH 1.8.052113) realizzato dal nostro amico George che aggiunge tante funzionalità al nostro Train simulator: la reversibilità delle cabine, le cabine giorno/notte illuminate, etc.

E poi per limitare il numero dei rotabili da caricare in memoria (RAM del PC) per rendere MSTS più performante, è nato Train store.

Insomma, forse l'avrete capito, io sono un grande fan del vecchio Train Simulator.

È chiaro che fra qualche anno le cose saranno cambiate radicalmente: le comunità Railworks "sfornano" modelli e scenari italiani quasi ogni giorno ed i PC sono sempre più performanti: e questo farà di Railworks Trains Simulator 2013 il riferimento.

Ma per ora (luglio 2013) e secondo me, la simulazione della rete italiana con convogli italiani ha un solo nome: Microsoft Train simulator.

 

Questa e' la mia impressione e buona simulazione a tutti


            
Pagina aggiornata al 24/07/2013   
Pagina visitata 1508 volte   

 

Voti:  1
Punteggio:  3,0


Vota la pagina